#4 · Francesco

#4 · Francesco

Li riconosci quelli come te, li riconosci da un’occhiata. E’ la luce che anima gli occhi a fare la differenza tra chi ce la fa e chi si ferma a volerlo.
Sono i gesti posati e i tatuaggi forti. Sono le parole educate e la risata spontanea che dipinge sempre quei tratti mai corrucciati nonostante la vita continui ad accadere.
Lui è Francesco, delle sue spalle ha fatto un’armatura. Continue reading “#4 · Francesco”

#3 – Francesco

#3 – Francesco

Mi ricordo ancora la prima volta che lo incontrai. Era inverno e io varcavo per la prima volta la soglia del suo regno.
Francesco era lì ad aspettarmi, corrucciato su un divano, illuminato solo da una lieve luce. Era nei camerini, attorniato da oggetti vintage e persone che aspettavano una sua risposta. La luce calda lo faceva sembrare quasi abbronzato. A dicembre, a Roma.
Arrivo subito, mi disse.
Gli occhi nerissimi mi sorrisero. Ero arrivata a La Bottega degli ArtistiContinue reading “#3 – Francesco”

#2 – Elena

#2 – Elena

Sono stati i suoi occhi a colpirmi. Era un sentimento bello quello che traspariva dalle sue pupille, leggermente nascoste dalle ciglia che guardavano all’ingiù.

Un sorriso timido di chi, della semplicità, ha fatto uno stile di vita; una treccia ordinata le raccoglieva i capelli e i piedi nudi erano a contatto con il pavimento fresco.
Avete presente una gonna libera che balla in balia del vento? Semplice libertà. Continue reading “#2 – Elena”